Come studiare efficacemente – Il principio di Pareto

principio di paretoIl principio di Pareto, cioè la famosa regola dell’80-20, afferma che circa l’80% degli effetti provengono dal 20% delle cause. Esso prende il nome dall’economista italiano Vilfredo Pareto. L’analisi di Pareto può essere utilizzata per selezionare un numero limitato di operazioni che potrebbero produrre un significativo effetto complessivo. Infatti, utilizzando questo principio, facendo il 20% del lavoro è possibile generare l’80% del vantaggio di fare l’intero lavoro! Oppure, applicandolo nella gestione del tempo e alle cause dei problemi, si potranno vedere le cose in modo più creativo. Esso vi aiuterà a stimolare e ad organizzare i vostri pensieri, migliorando di fatto l’apprendimento. Dall’analisi di Pareto si deduce che l’80% delle proprie attività di apprendimento può essere completata nel 20% del tempo disponibile. E il restante 20% dei compiti occuperà 80% del tempo. Se guardate la vostra metodologia di studio, il 20% del vostro tempo potrà essere utilizzato per gestire l’80% delle proprie attività di apprendimento.

Utilizzando il principio di Pareto, è possibile ordinare i compiti di apprendimento in due parti:

  • Categoria 1: l’80% dei compiti che possono essere facilmente raggiunti se si usa il 20% del tempo di studio
  • Categoria 2: il 20% dei compiti che possono essere raggiunti solo se si utilizza l’80% del proprio tempo di studio.

Con la comprensione dei modelli di studio e le capacità di apprendimento attraverso l’analisi di Pareto, sarà necessario assegnare una priorità più alta alle attività che rientrano nella prima categoria. Trascorrete il primo 20% del tempo di studio per padroneggiare l’80% degli argomenti che trovate più facili da raggiungere. Per i compiti che rientrano nella seconda categoria, sarà possibile assegnargli una priorità più bassa e trascorrere il resto del vostro tempo a studiare quegli argomenti che considerate più difficili da padroneggiare. Tuttavia, se riuscite ad ottimizzare in modo saggio ed efficace il 20% del vostro tempo di studio, di solito sarete poi in grado di passare o anche eccellere in qualsiasi materia di studio! In sostanza, per ottenere l’80% dei vostri obiettivi di studio, dovrete concentrarvi prima sul 20% delle azioni più importanti che vi permetteranno di raggiungerlo. Con la comprensione della regola dell’80-20, capirete perché alcuni studenti non sembrano spendere un sacco di tempo nel loro studio e ottenendo anche dei buoni risultati!

Se dovessimo applicare il principio di Pareto allo studio, otterremo qualcosa di questo genere: ad esempio, per superare un esame con 24 (80% di un bel 30), dobbiamo studiare almeno il 20% del materiale. Vediamo ora di spiegare meglio questo principio e come applicarlo allo studio. In sostanza, bisognerà schematizzare lo studio di un certo argomento in 4 categorie principali:

1. Concetti Primari

Sono le informazioni più importanti che dobbiamo studiare! In genere, sono pochi e abbastanza semplici da trovare. Dovete memorizzarli assolutamente! Queste importanti informazioni si trovano spesso nei titoli dei capitoli e delle sotto-sezioni: un ottimo posto da cui iniziare a cercare è l’indice del libro. Un altro trucco per scovare i concetti chiave, vi è quello di, leggere il primo e l’ultimo paragrafo di una sezione, individuare le frasi con parole in grassetto o in corsivo, leggere l’intestazione degli elenchi puntati, ecc.

2. Concetti secondari

Queste sono quel genere di informazioni che servono ad approfondire i concetti primari precedentemente memorizzati. Anch’essi vanno studiati per bene, perchè servono a dare “sostanza” agli argomenti primari.

3. Concetti di contorno

Queste informazioni servono ad “arricchire” ulteriormente i concetti primari e secondari, facilitandovi la loro comprensione.

4. concetti marginali

Sono informazioni duplicate, ripetizioni o semplici giri di parole. Fanno solo “volume” e non servono a niente! Si trovano generalmente nei paragrafi centrali di una sezione o in sezioni secondarie di approfondimento. In questo caso, il mio consiglio è quello di saltare tranquillamente lo studio di queste parti.

Quindi, la strategia migliore per studiare efficacemente è quella di concentrarsi innanzitutto sul materiale davvero importante e poi arricchirlo con contenuti secondari che vi aiutino a memorizzarlo meglio! Seguendo questo principio, imparerete a studiare meglio…….studiando meno!

Condividi suShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Be the first to comment on "Come studiare efficacemente – Il principio di Pareto"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*