Tasse Universitarie: Come Fare Una Domanda di Esonero

La nuova Legge di Stabilità (L. 232/16), entrata in vigore dal 1° Gennaio 2017, ha introdotto anche dei nuovi regolamenti riguardanti il sistema delle tasse universitarie. Dal prossimo anno accademico si utilizzerà esclusivamente l’ISEE, Indicatore della Situazione Economica Equivalente, per il calcolo della contribuzione studentesca che sarà onnicomprensiva.

 

tasse universitarie

 

Con il pagamento delle tasse universitarie, lo studente coprirà i costi dei servizi didattici, scientifici e amministrativi unicamente attraverso il pagamento del contributo annuo, calcolato nel rispetto dei criteri di equità, gradualità e progressività in funzione del valore Isee, della regolarità degli anni di iscrizione all’università e del numero di crediti conseguiti entro il 10 agosto 2017. L’altra novità riguarda, infatti, l’abolizione della tassa di iscrizione: questa viene sostituita dal “contributo onnicomprensivo annuo”, nel quale è ricompresa anche la quota prevista per le attività sportive.

Purtroppo, è un dato confermato che le tasse universitarie siano aumentate negli ultimi anni. E non tutte le famiglie possono permettersi di pagare gli studi ai propri figli. E’ tuttavia possibile presentare, in qualsiasi università italiana, la domanda di esonero relativa alle tasse di studio (o una richiesta di riduzione).

Domanda di Esonero dalle Tasse Universitarie

Per fare una domanda di esonero bisogna innanzitutto compilare un’autocertificazione della propria situazione economica, così da attestare quelle che sono le reali condizioni familiarie (e proprie, nel caso di studente lavoratore). Una volta esaminata la documentazione, sarà l’università stessa a comunicarvi se avete i requisiti necessari per l’esenzione o per beneficiare di sconti.

Come accennato precedentemente, i primi dati che devono essere inclusi nel documento sono il valore ISEE e il valore ISEU (dal prossimo anno solo l’Isee). Queste attestazioni possono essere richieste direttamente all’INPS, ai Centri di Assistenza Fiscale (CAF) o al proprio commercialista. Ricordate che nel modello andranno indicati anche dove, quando e da chi avete ricevuto questi attestati.

Per facilitare il lavoro di valutazione da parte degli organi universitari, dovete inserire il numero dei componenti del nucleo familiare e l’eventuale presenza dei genitori all’interno della propria casa. Per non avere problemi e incorrere in sanzioni (salate), non dovrete omettere eventuali patrimoni e redditi di altri familiari, diversi da quelli dei genitori, ad esempio di fratelli o sorelle, che contribuiscono al benessere di tutta la famiglia.

Andrà anche indicato, eventualmente, se voi o la vostra famiglia possiede dei patrimoni all’estero. L’ultimo dato richiesto per l’autocertificazione è quello relativo alla propria zona di residenza.

Compilazione Domanda Online

La compilazione della domanda di esonero può anche essere fatta direttamente online sul sito della propria università, nell’area personale dedicata agli studenti. Inserendo username e password, troverete la sezione riguardante il modello di autocertificazione, che è possibile compilare e inviare direttamente online.

Ovviamente, prima di procedere all’invio dei propri dati, vi consiglio di fare una stampa di prova per verificare che non siano stati commessi errori, che alla fine potrebbero invalidare la documentazione e farvi incappare in sanzioni.

Nel caso vi accorgiate di aver commesso ugualmente degli errori a documentazione inviata, sarà possibile recarsi presso la Segreteria dell’Università e chiarire la situazione correggendo gli errori commessi in sede di compilazione online.

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Share on Reddit0Print this page

Be the first to comment on "Tasse Universitarie: Come Fare Una Domanda di Esonero"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*