Imparare l’inglese: l’importanza della lingua e strumenti utili

Fra tutte le lingue più parlate al mondo, l’inglese si posiziona al secondo posto. Infatti, si tratta di una lingua divenuta ormai indispensabile in molti ambiti: da quello diplomatico a quello scientifico, da quello culturale a quello lavorativo. Per questa ragione, imparare l’inglese dovrebbe essere una premura di tutti, sin dai primi anni scolastici, al fine di poter partecipare attivamente al mondo globalizzato in cui viviamo. 

Imparare l'inglese: l'importanza della lingua e strumenti utili

Imparare l’inglese: perché è così importante?

L’inglese era originariamente la lingua dell’Inghilterra, ma attraverso i trascorsi storici dell’Impero Britannico, è divenuta la lingua primaria o secondaria di molte ex colonie britanniche, come gli Stati Uniti, il Canada, l’Australia e l’India. Attualmente, l’inglese è fra le lingue principali non solo per i paesi toccati dall’imperialismo inglese ma anche per molte sfere culturali o commerciali in mano a questi paesi. E’ la lingua di Hollywood e del sistema bancario e commerciale internazionale. Pertanto, imparare l’inglese non solo è utile, ma è anche e soprattutto necessario.

Il mondo occidentale sta, di fatto, attraversando un periodo critico per quanto riguarda il mondo occupazionale. Senza un buon background di studi, il rischio di doversi accontentare di lavori saltuari  è purtroppo molto alto. A questo va addizionato anche che non conoscere la lingua inglese potrebbe precludere potenziali impieghi lavorativi. E’ per questo che imparare l’inglese assicura senza ombra di dubbio una marcia in più per il raggiungimento di obiettivi lavorativi gratificanti. L’importanza del curriculum vitae aumenta notevolmente se al suo interno trapela un buon livello di lingua inglese. La maggior parte delle aziende infatti, pone come requisiti proprio una buona conoscenza dell’inglese, grazie alla quale si potrebbero ottenere anche incarichi all’estero.

Parlare l’inglese crea immediatamente numerose opportunità in tutto il mondo. Essere capaci di comunicare con clienti stranieri o con partner societari esteri ti metterà nelle condizioni propizie per ottenere una posizione lavorativa di rilievo.

Imparare l’inglese: la lingua della cultura globale

Al fine di poter rendere il tutto accessibile alla comunità scientifica internazionale, tutte le pubblicazioni scientifiche adoperano proprio la lingua inglese come collante, per via della sua capacità di coinvolgere un pubblico vastissimo e mondiale. Lo stesso avviene per un altro campo lavorativo: quello legato alla sfera artistica, musicale, letteraria. Infatti per poter ampliare i fruitori e gli estimatori di un determinato prodotto culturale, ci si serve dell’inglese. Questa lingua è oltretutto anche il minimo comune denominatore che accomuna tutte le varie culture, soprattutto su Internet. Infatti ci sono numerosi forum, siti, o anche gli stessi social network, che catalizzano persone provenienti da paesi di tutto il mondo che proprio grazie all’inglese riescono a trovare il punto d’incontro per poter conversare.

Su Internet, la maggior parte dei siti web sono scritti e creati in inglese, lingua ufficiale della stampa: infatti, ci sono giornali e libri scritti in inglese più che in ogni altra lingua, a prescindere dalla provenienza dell’autore.

Imparare l’inglese: la diffusione e le varianti della lingua

L’inglese è una lingua parlata in oltre cinquanta Paesi del mondo e in ciascuno di essi presenta delle variazioni grammaticali e lessicali, oltre che di pronuncia. Infatti, a seconda dalla regione di provenienza, un individuo avrà un determinato accento. In quanto lingua costantemente parlata, l’inglese è in continua evoluzione e spesso subisce delle variazioni in base alle impostazioni sociali o di provenienza di chi lo parla. Molte persone ritengono che i cambiamenti della lingua inglese siano degeneranti per la lingua stessa, ma la verità è che essendo la vita un costante cambiamento (specie al giorno d’oggi, dove cambiamenti sociali ed economici sono più repentini che in qualsiasi altro periodo storico), inevitabilmente ha un impatto sull’uso della lingua inglese.

I vocabolari vengono per questa ragione aggiornati regolarmente, per tenere conto dei pattern sociali che influenzano la lingua. Ad esempio, nel 19esimo secolo e nei primi periodi del 20esimo, alla parola cavalli veniva affiancato il significato di mezzo di trasporto, cosa che nel corso degli anni è stata modificata, rimpiazzata da treni e macchine.

Imparare l’inglese: gli strumenti che facilitano l’apprendimento

Molte persone ritengono che la lingua inglese sia difficile da imparare. Non c’è niente di più lontano dalla realtà! L’inglese infatti è la lingua più facile del mondo da imparare, grazie ad una grande vastità di strumenti e risorse che facilitano l’apprendimento. Non ci stiamo riferendo esclusivamente a lezioni o a libri. Puoi infatti integrare i metodi di apprendimento più comuni con strumenti multimediali come film o apposite applicazioni, come Babbel,  prima app al mondo per l’apprendimento delle lingue che vanta più di 1 milione di utenti attivi.

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn0Share on Reddit0Print this page

Be the first to comment on "Imparare l’inglese: l’importanza della lingua e strumenti utili"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*