Gli 8 Errori Più Comuni Commessi ad un Esame

Qualsiasi esame provoca sempre un certo timore ed ansia negli studenti. E questa paura porta spesso a commettere degli errori che potrebbero essere evitati facilmente.

Gli 8 Errori Più Comuni Commessi ad un Esame

Nell’articolo di oggi vedremo appunto alcuni degli errori più comuni commessi ad un esame e come evitarli.

Gli 8 Errori Più Comuni Commessi ad un Esame – Lasciare una risposta in bianco

In un esame scritto, capita spesso di trovare un quesito che al momento non riusciamo a risolvere. In questo caso, non bisogna mai soffermarsi troppo sulla domanda e passare subito all’altra. L’importante sarà ricordarsi di tornare al quesito saltato in seguito. Non è raro infatti che lo studente possa dimenticarsi di tornare sulla domande saltate in precedenza o, peggio, lasci la domanda senza risposta. Ricordate che una risposta non data è sempre una risposta sbagliata!

Gli 8 Errori Più Comuni Commessi ad un Esame

Senza contare che molti docenti vi assegneranno un punteggio peggiore per ogni risposta non data. Sbagliando o meno, è consigliabile provare sempre a rispondere. Ogni volta che saltate un quesito, mettete un segno di spunta accanto. Vi sarà molto utile come promemoria (leggi anche 10 Consigli per Superare Un Esame Scritto).

Gli 8 Errori Più Comuni Commessi ad un Esame – Studiare il capitolo sbagliato

Quando si deve preparare un esame, bisogna avere ben chiaro il programma del corso e, quindi, cosa si deve studiare. A volte può però capitare che all’esame il docente vi possa chiedere un argomento che non sia stato discusso a lezione. Oppure, al contrario, su dieci capitoli studiati quelli chiesti all’esame possono essere la metà. Ciò potrebbe farvi studiare studiare del materiale inutile o, peggio, farvi saltare parti importanti. Per ovviare a questo problema, chiedete sempre al professore quali sono i capitoli e le lezioni che saranno richiesti all’esame.

Gli 8 Errori Più Comuni Commessi ad un Esame – Ignorare l’orologio

La gestione del tempo è fondamentale ad un esame. La paura di non finire in tempo, infatti, potrebbe pregiudicare l’esito finale facendovi commettere errori banali. Nei minuti prima di un esame, cercate quindi di organizzarvi il lavoro da fare, specialmente quando si tratta di un esame scritto e di domande a risposta libera. Datevi un certo periodo di tempo per capire e rispondere ad ogni domanda.

Gli 8 Errori Più Comuni Commessi ad un Esame – Non seguire le indicazioni del professore

Spesso lo studente sbaglia ad interpretare le parole scritte su un testo di esame. Queste parole, chiamate “direzionali“, sono però fondamentali in quanto consentono di capire ciò che viene richiesto dal docente e rispondere quindi correttamente.

Di solito, le parole direzionali più diffuse sono:

  • Definire = fornire una definizione.
  • Spiegare = fornire una risposta che offra una panoramica completa e chiara della descrizione del problema e la sua soluzione.
  • Analizzare = capire e spiegare un concetto passo per passo.
  • Confrontare = elencare le principali differenze e similitudini.
  • Diagramma = spiegare e disegnare su carta un concetto tramite un grafico o altro elemento visivo.
  • Delineare = fornire una spiegazione di un dato argomento tramite voci e “sottovoci”.

Gli 8 Errori Più Comuni Commessi ad un Esame – Pensare troppo

Prima e durante un esame, l’ansia è una componente onnipresente. Questa, a volta, ci porta a pensare troppo su una domanda facendoci dubitare di noi stessi. Anche se si è sicuri della risposta! Anche se siete delle persone riflessive ma avete delle sensazioni positive su una risposta, nella maggior parte dei casi sarà quella giusta. Se iniziate a dubitare del vostro istinto, cercate di limitare il tempo di riflessione per ogni quesito.

Gli 8 Errori Più Comuni Commessi ad un Esame – Problemi “tecnici”

Potrebbe sembrarvi strano o incredibile, ma non sono così rari i casi di studenti che non riescono a completare un esame perché si è esaurito l’inchiostro della penna! E, come abbiamo visto al punto uno, una risposta in bianco verrà considerata come e più di una risposta sbagliata. Per ovviare al problema, potete semplicemente portare sempre con voi una buona scorta di penne.

Gli 8 Errori Più Comuni Commessi ad un Esame – Dimenticare di mettere il nome sul foglio

Lo stress e l’ansia possono giocare brutti scherzi. Come quello di dimenticare di scrivere il proprio nome sul foglio di esame. Per uno studente di scuola superiore sarebbe un errore marginale, ma non lo è per uno studente universitario: il docente, infatti, non vi conosce. In questi casi, solitamente, il foglio verrà inesorabilmente cestinato. Come prima cosa, quindi, scrivete il vostro nome e cognome.

Gli 8 Errori Più Comuni Commessi ad un Esame – Mancanza di fiducia in se stessi

L’errore più grave che uno studente può commettere è quello di non credere molto in se stesso. Spesso capita che ci si senta molto preparati il ​​giorno dell’esame, ma poi i pensieri pessimistici cominciano a farsi largo a causa della tensione, soprattutto se si tratta di un esame particolarmente difficile (leggi anche 5 Trucchi Per Preparare Un Esame Universitario Difficile).

Ricordate una cosa: se avete studiato, non avrete nulla da temere. A meno di trovare un docente particolarmente pignolo e severo, passerete l’esami senza particolari problemi. Per stemperare un po’ l’ansia, potete fare degli esercizi di respirazione prima dell’esame: inspirate l’aria con il naso e rilasciatela dalla bocca. Questo semplice esercizio vi farà sentire più rilassati e sicuri di voi stessi.

Condividi suShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

Be the first to comment on "Gli 8 Errori Più Comuni Commessi ad un Esame"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*