Come Preparare Un Esame In Poche Ore!

Dannazione! Manca un solo giorno all’esame e non avete studiato nemmeno una pagina! Niente panico: preparare un esame in una notte è teoricamente possibile, anche se non vi servirà a prendere un voto alto! Oggi vedremo qualche consiglio utile su come preparare un esame in poche ore. Comunque, tenete a mente una cosa: preparatevi mentalmente e fisicamente ad una notte lunga e difficile!

1. “La Notte Prima Dell’Esame”

studiare in poco tempoQuando siamo costretti a studiare per un esame in poche ore, l’unica cosa che possiamo fare è puntare tutto sugli appunti e le dispense del corso, sfruttando al massimo il tempo che ci resta. Il segreto sarà concentrare la propria attenzione sugli argomenti più importanti del corso, tralasciando il resto. Quindi, cercate di sfruttare al massimo gli appunti e le dispense. Ovviamente, non copriranno tutti gli argomenti richiesti per l’esame, ma almeno vi daranno la possibilità di concentrarvi sugli aspetti più essenziali. Quindi, durante la lettura, cercate di trovare le definizioni e i concetti più rilevanti. Se non li ricordate a memoria, scriveteveli su un foglio diverso, insieme ai nuovi appunti che prenderete durante la notte, oppure annotateli su dei cartoncini. Inoltre, riscrivere un concetto vi sarà di grande aiuto per memorizzarlo, soprattutto se siete dotati di molta memoria visiva. Se invece avete più memoria uditiva, sarete costretti ad imparare sfruttando maggiormente l’udito: in questo senso vi sarà utile leggere ad alta voce mentre scrivete gli appunti. Un’altra tecnica efficace è quella di immaginare le eventuali domande contenute nella prova d’esame e concentratevi poi sulle possibili risposte. A questo punto, dovreste già avere un’infarinatura generale della materia. Pensate ai concetti generali e delineate per iscritto un’eventuale risposta alle domande. È a questo punto che le cose diventano serie: fate il punto delle informazioni che avete raccolto velocemente, mettetevi alla prova e valutate rapidamente il risultato. In questo modo, dovreste riuscire a capire quali sono gli argomenti che dovreste ancora approfondire. Se vi “bloccate” su un argomento, segnatevi il punto in cui avete avuto difficoltà! Poi cercate la soluzione soltanto dopo aver finito gli altri quesiti ed aver valutato la vostra performance.







Tecniche di Memorizzazione

Ricordate (è proprio il caso di dirlo!!) che il cervello umano non dimentica mai. Se avete dimenticato una parte degli argomenti assimilati, dovrete ricercarne le cause nel modo in cui quegli argomenti sono stati acquisiti o nel modo in cui si cerca di ricordare. Tuttavia alcuni semplici esercizi di memorizzazione vi aiuteranno sicuramente ad ottimizzare questa sessione di studio “dell’ultimo momento”!

  • Usate una mnemotecnica. È soltanto un termine particolare per indicare un “espediente per la memorizzazione” che serve a fissare qualcosa in modo semplice e veloce.
  • Ricorrete al cosiddetto “peg-system“, ovvero il cosiddetto sistema dei pioli. Con questo metodo ricorderete delle informazioni in rima associandole ad una storia o a delle immagini a cui siete legato. Cercate quindi di ricordare le informazioni classificate in un determinato ordine (a vista) e provate a riordinarle in un’altra sequenza.
  • Ricorrete al raggruppamento, cioè un metodo di memorizzazione che prevede di classificare degli elementi racchiudendoli in una categoria. Ad esempio, se state studiando economia, provate a includere “azioni”, “obbligazioni” e “fondi” in un unico insieme (ad esempio “garanzie”) in base ad una caratteristica che le accomuni. Organizzate poi le idee fondamentali dividendole per concetti ben definiti.

Ricordate, inoltre, che una buona dose di sonno è fondamentale: quindi, prima di un esame, cercate di riposare il più possibile. L’ideale sarebbe finire il grosso del lavoro prima di andare a letto e alzarsi presto per ripetere un altro po’. Se passate la notte in bianco, sarete così stanchi che potreste fare degli errori banali all’esame dovuti alla disattenzione! Questo perché è dimostrato scientificamente che la privazione di sonno intacca la memoria! Senza contare che dormire poco rende più difficile richiamare alla mente le informazioni acquisite all’ultimo minuto.

2. Il Giorno Dell’Esame

Dopo esservi svegliati, cercate di fare una colazione leggera e bilanciata (almeno un’ora prima dell’esame). Evitate assolutamente di assumere solo carboidrati: invece, date la precedenza alle proteine (uova), agli Omega-3 (acidi grassi contenuti nel salmone), alle fibre (fagioli neri) oppure a frutta e verdura. Tra gli alimenti più indicati per aumentare le funzionalità cerebrali e combattere l’invecchiamento dei tessuti, troviamo i mirtilli, salmone, frutta secca e semi, avocado, succo di melograno, tè verde e cioccolato fondente. Perciò, vi consiglio di inserire almeno un paio di questi alimenti nella vostra colazione. Dopo aver fatto colazione, ripetete gli argomenti precedentemente studiati. L’ideale sarebbe farlo con qualche compagno e ripassare poi insieme i concetti chiave, interrogandovi a vicenda. Comunque è importante avere nella propria mente delle informazioni chiare e fresche. Una volta arrivati, cercate di entrare in aula almeno 5 minuti prima dell’inizio e non dimenticate di andare in bagno prima di sedervi! A questo punto, cercate di essere rilassati ed avere fiducia in voi stessi. Dovete “visualizzare mentalmente il vostro successo!

Conclusioni

Anche se superaste l’esame, un paio di giorni dopo sicuramente non ricorderete più niente di quanto studiato! Questo perché, di solito, le persone memorizzano i concetti imparandoli gradualmente. Studiare in poche vi servirà soltanto per una memorizzazione a breve termine! Se gli argomenti trattati vi serviranno in futuro (ad esempio, delle equazioni), vi converrebbe ristudiare tutto con calma dopo l’esame. Studiare gradualmente è sempre l’opzione migliore!

Be the first to comment on "Come Preparare Un Esame In Poche Ore!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*