Come Calcolare Il Codice Fiscale Manualmente

Il codice fiscale è un codice alfanumerico (attribuito alla nascita) che serve ad identificare, ai fini fiscali e amministrativi i cittadini, le associazioni non riconosciute, i contribuenti e gli stranieri nati e domiciliati nel territorio italiano.

Come Calcolare Il Codice Fiscale Manualmente

Come Calcolare il Codice Fiscale “a Mano”

A questo proposito, vi siete mai chiesti come si fa a calcolare il codice fiscale e in base a quali criteri? Iniziamo col dire che il codice fiscale è formato da 16 caratteri alfanumerici che sono indicativi dei dati anagrafici della persona fisica in questione. Questi 16 caratteri sono così suddivisi:

  • 3 caratteri alfabetici per il cognome;
  • 3 caratteri alfabetici per il nome;
  • 2 caratteri numerici per l’anno di nascita;
  • 1 carattere alfabetico per il mese di nascita;
  • 2 caratteri numerici per il giorno di nascita ed il sesso;
  • 4 caratteri associati al Comune oppure allo Stato estero di nascita;
  • 1 carattere alfabetico usato come carattere di controllo.

Procedura di Calcolo

A dispetto delle apparenze, la procedura di calcolo del codice fiscale non è molto difficile. Facciamo un esempio pratico. Calcoliamo il Codice Fiscale del signor BIANCHI MARIO, nato a ROMA il 20/01/1970.

calcolo codice fiscale

  • Nome – Come detto prima, per il nome saranno necessari 3 caratteri e sono la 1°, la 3° e la 4° consonante. Nel caso il numero delle consonanti sia inferiore a 3, si aggiungono le vocali.
  • Cognome – I 3 caratteri destinati al cognome sono la 1°, la 2° e la 3° consonante. Se le consonanti sono meno di 3, si aggiungono le vocali nell’ordine in cui compaiono.
  • Anno di Nascita – Per l’anno devono essere prese in considerazione semplicemente le ultime 2 cifre (nel nostro esempio, 70).
  • Mese – Per quanto riguarda il mese, esiste una tabella di conversione ministeriale in cui ad ogni mese viene associata una lettera dell’alfabeto. La A corrisponde al mese di Gennaio, la B a Febbraio, la C a Marzo e così via. Fino ad arrivare alle T di Dicembre.
  • Giorno – Per questo dato, basterà riportare semplicemente il numero del giorno. Per le persone di sesso femminile, il numero dovrà essere incrementato di 40.
  • Comune di Nascita – Questo dato è composto da 4 caratteri alfanumerici e viene rilevato dai volumi dei Codici dei Comuni italiani oppure da vari database.
  • Codice di Controllo – E’ composto da 1 solo carattere e serve a verificare la correttezza dei precedenti caratteri in fase di digitazione. Le modalità di calcolo sono complesse e noiose! Tuttavia, per chi volesse approfondire l’argomento, prendete il vostro codice fiscale e calcolate in base alla colonna Car il valore di ogni carattere.

Colonna CAR

  • 0 0 1
  • 1 1 0
  • 2 2 5
  • 3 3 7
  • 4 4 9
  • 5 5 13
  • 6 6 15
  • 7 7 17
  • 8 8 19
  • 9 9 21
  • a 0 1
  • b 1 0
  • c 2 5
  • d 3 7
  • e 4 9
  • f 5 13
  • g 6 15
  • h 7 17
  • i 8 19
  • j 9 21
  • k 10 2
  • l 11 4
  • m 12 18
  • n 13 20
  • o 14 11
  • p 15 3
  • q 16 6
  • r 17 8
  • s 18 12
  • t 19 14
  • u 20 16
  • v 21 10
  • w 22 22
  • x 23 25
  • y 24 24
  • z 25 23

Nelle 3 colonne elencate, la prima indica le vostre lettere o numero, la seconda la posizione pari, la terza la posizione dispari. Nell’esempio del codice fiscale di Mario Bianchi, BNCMRA70A20H501B, la prima lettera è la B e si trova in posizione dispari (al primo posto), quindi il numero corrispondente è 0, la seconda è N ed è pari (in seconda posizione), quindi il numero è 13, poi abbiamo la C che vale 5, la M è un 12, mentre la R è 17, mentre la A al sesto posto è 0. Il primo numero che abbiamo è il 7 e si trova in settima posizione, quindi dispari, e corrisponde a 17.

Proseguite così per tutti i caratteri. Sommate poi il numero corrispondente e dividetelo per 26. Cercate di non sbagliare questa parte, ricontrollando tutte le cifre che avete ricavato da questo schema. Il resto della divisione starà ad indicare la 16° lettera del codice fiscale.

Sotto trovate lo schema per associare il vostro risultato alla lettera corrispondente.

  • 0 A
  • 1 B
  • 2 C
  • 3 D
  • 4 E
  • 5 F
  • 6 G
  • 7 H
  • 8 I
  • 9 J
  • 10 K
  • 11 L
  • 12 M
  • 13 N
  • 14 O
  • 15 P
  • 16 Q
  • 17 R
  • 18 S
  • 19 T
  • 20 U
  • 21 V
  • 22 W
  • 23 X
  • 24 Y
  • 25 Z

Se vi è venuto un gran mal di testa, tranquilli! E’ abbastanza impensabile che questo metodo venga manuale venga applicato nel quotidiano. Anche se alcuni professori di Economia Aziendale lo fanno ancora studiare ai propri alunni, esistono oggi moltissimi calcolatori automatici online, comodi, pratici e veloci. Inoltre, con questi strumenti si evitano errori di calcolo (molto banali, ma molto umani) e soprattutto non si diventa pazzi a trovare il codice del comune o dello stato.

E’ interessante notare come sia possibile che possano esistere due codici fiscali uguali (omocodia). In questi casi, sarà il Ministero delle Finanze a provvedere (di sua iniziativa o su segnalazione del cittadino) all’attribuzione ad entrambi i soggetti in questione di un codice fiscale differenziato.

Condividi suShare on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter

2 Comments on "Come Calcolare Il Codice Fiscale Manualmente"

  1. Articolo decisamente utile. Conosco anch’io un servizio simile per calcolare il codice fiscale: http://codicefiscale.pro

  2. http://www.codicefiscale.pro

    Alternativa di calcolo del codice fiscale online

Leave a comment

Your email address will not be published.


*