9 invenzioni epiche del MIT

Viviamo in un momento storico di meraviglioso progresso tecnologico e proprio quando sembrava impensabile che la tecnologia potesse diventare più innovativa di quanto già fosse, il Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha lasciato il segno con delle fantastiche invenzioni. Dai robot che possono imparare a comportarsi esattamente come l’essere umano sino a progettazioni in grado di fornire un importante impatto sul nostro stile di vita, nel campus avviene sempre qualcosa di stimolante. 

9 invenzioni epiche del MIT

9 invenzioni epiche del MIT

1. Tuta spaziale super comoda

9 invenzioni epiche del MIT

Questa tuta non è solo funzionale e ottimizzata per garantire l’estrema sicurezza, velocità e flessibilità ma si presenta anche con un look incredibilmente futuristico e alla moda.

E’ impossibile riprodurre perfettamente le condizioni dello spazio per eseguire i test. Gli scienziati hanno pensato ad un ottimo modo per testare il loro esperimento, che consiste nell’immergere in acqua gli oggetti del test o nel lancio di orsetti di peluche nello spazio.

La tuta è stata progettata per consentire agli astronauti di muoversi più facilmente rispetto alle tute riempite di gas del passato. E’ realizzata in tessuto elastico in grado di affrontare tutte le situazioni estreme proprie dei viaggi nello spazio.

La tuta, prima di essere indossata, si espande per poi restringersi in maniera tale che il corpo di chi la indossa viene perfettamente avvolto. Affinché questo sia possibile, è necessario l’impiego di un materiale speciale. Esistono numerosi materiali in grado di cambiare forma, ma il MIT ha ritenuto che il migliore fosse la lega nichel-titanio in grado di memorizzare la forma. La lega è avvolta in delle strette bobine, che si espandono con il calore finendo col restringersi in una nuova forma. Questo processo è fondamentale al fine di avere una tuta spaziale che consente la massima libertà di movimento, adattandosi perfettamente al corpo di chi la indossa.

2. Metapiano

I ricercatori del MIT, hanno smontato e riassemblato due 9 invenzioni epiche del MITvecchi pianoforti, dando luogo ad uno strumento assolutamente unico, capace di dare una strana esperienza musicale. Molte persone hanno preso parte al progetto e ciascuna di esse aveva alle spalle un distinto background che ha contribuito in maniera sostanziale a queste due impressionanti invenzioni epiche. La prima consisteva nel ri-arrangiare le molteplici parti di un pianoforte per creare un nuovo strumento musicale capace di suonare un sottofondo elettroacustico per i musicisti. La seconda invenzione, invece, consisteva in una intricato flipper! Decisamente non qualcosa che vediamo tutti i giorni.

3. Origami robotizzati

Sono belli quanto utili: progettati seguendo la tradizionale 9 invenzioni epiche del MITarte giapponese degli origami, questi minuscoli robot possono ricreare numerose forme a scelta. Nella loro controparte tradizionale, gli artisti creano spettacolari e complessi design piegando la carta. Non viene mai adoperata colla, disegni o forbici e per questo, la bellezza di questa arte è data proprio dalla sua semplicità. I robot-origami possono camminare e anche nuotare. Possono addirittura volare!

4. Robot domestico

9 invenzioni epiche del MIT

Questo gigantesco robot antropomorfo farà qualsiasi cosa gli verrà chiesto. Può ricordare informazioni e anche svolgere piccole operazioni quotidiane. Il robot combina un tipo di memoria dichiarativa e semantica, cosa che lo rende adatto a ricordare informazioni generali ma anche eventi specifici. Il futuro dei robot intelligenti e interattivi è sempre più vicino e molto presto potremmo rivolgerci a queste personalità digitali per farci assistere nei compiti di tutti i giorni!

 

5. Automobili che rilevano la temperatura

9 invenzioni epiche del MIT

Queste auto hanno, sui loro tettucci, delle telecamere videometriche che, insieme a quelle infrarossi, catturano immagini termiche. Questa tecnologia consente di esaminare gli edifici per determinare in quale zona si verifica l’eventuale perdita di calore. Le videocamere impiegate costano in genere 40.000$ ma i ricercatori del MIT sono stati in grado di rimpiazzarle adoperando degli strumenti low cost di soli 1.000$.

 

 

6. Una speciale coperta per i rifugiati

9 invenzioni epiche del MIT

Il numero di rifugiati nel mondo va ben oltre i 60 milioni. Questa coperta è stata progettata dai ricercatori del MIT al fine di fornire un po’ di supporto per i bisognosi. Resiste all’acqua e il materiale è estremamente forte e caldo. Inoltre, è possibile trasformare questa coperta in uno zaino o in un sacco a pelo. Nonostante tutte le enormi capacità, la fabbricazione richiede pochi soldi e potrebbe costituire una rivoluzione finalizzata alla protezione dei più deboli.

 

7. Sistema di memorizzazione dati

9invenzioni epiche del MIT

Usando il potere di una normale memoria flash, i ricercatori hanno progettato un modo con cui immagazzinare tonnellate di dati con maggiore efficienza. Inoltre, queste unità di memoria sono molto più economiche di quelle comunemente usate.
Il tempo di accesso è più lento per le memorie flash, mentre questo nuovo sistema usa molta meno energia e ha una densità di magazzinaggio 100 volte più grande.

 

 

8. Una possibile cura per l’alzheimer

9 invenzioni epiche del MIT

L’alzheimer è una malattia che colpisce ogni anno più di 5.5 milioni di famiglie. Non è solo devastante per il soggetto colpito, ma è estremamente difficile anche per i suoi cari. I ricercatori sono stati in grado di rallentare i processi che causano la perdita di memoria, attraverso il blocco dell’enzima HDAC2 che migliora la funzione cognitiva.

 

 

9. Una spia neuronale robotica

9 invenzioni epiche del MIT

Questo algoritmo robotico consente agli scienziati di spiare i neuroni senza il fisico fissaggio dei patch. In passato, i medici avevano la necessità di raggiungere il cervello di un paziente usando una pipetta, mentre adesso possono ottenere le medesime informazioni con un metodo poco invasivo.

 

Be the first to comment on "9 invenzioni epiche del MIT"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


*